Piattaforme di trading: una guida alla scelta

Guadagnare con il trading online è qualcosa molto comune ormai. Ma per riuscire a guadagnare bisogna adottare una serie di accorgimenti. Il primo è quello di pensare sempre che il trading è una cosa seria, non un gioco. Il secondo è quello di scegliere una piattaforma di trading di altissima qualità. Prima di proseguire, consiglio a tutti di cominciare a scegliere la piattaforma di trading partendo da http://www.mercati24.com/le-migliori-piattaforme-di-trading-online/

La pagina contiene una classifica aggiornata ed oggettiva delle migliori piattaforme di trading on line italiane.

Piattaforme di trading affidabili

Uno dei primi requisiti di una buona piattaforma di trading è che sia affidabile. Una buona piattaforma affidabile garantisce sempre e comunque la massima onestà e sicurezza. L’unico modo per avere certezza dell’affidabilità di una piattaforma è scegliere esclusivamente piattaforme che siano autorizzate e regolamentate da CONSOB.

Piattaforme di trading gratuite

Ha senso pagare per fare trading online? Assolutamente no. Ha senso pagare commissioni salate sull’eseguito? Ancora no. Il motivo? Le migliori piattaforme di trading sono completamente gratuite, quindi che senso ha pagare per ciò che si può avere gratis? Le commissioni zero non sono un’utopia, basta tenere gli occhi aperti e stare lontani dalle fregature.

Piattaforme di trading demo

Poter sperimentare il funzionamento di una piattaforma prima di cominciare a usarla è qualcosa che non ha prezzo. Ecco perché bisogna sempre preferire piattaforme di trading che mettono a disposizione in modo gratuito una demo. Attenzione però: la demo deve essere utilizzata per valutare la piattaforma, non per esercitarsi sul trading. Il motivo? Una demo è solo una simulazione del trading on line. Una simulazione tecnicamente impeccabile, ma pur sempre una simulazione. E quello che davvero conta quando si fa trading non è la parte tecnica ma psicologica. Paura e avidità giocano il ruolo più grande e fanno la differenza spesso tra guadagnare e perdere soldi. Con le demo non si accumula esperienza nella gestione delle emozioni semplicemente perché non ci sono emozioni in gioco.

Piattaforme di trading italiane

E’ sempre meglio operare esclusivamente con piattaforme di trading italiane. Con questo termine intendiamo non piattaforme che abbiano la sede legale in Italia (cosa di fatto indifferente) ma piattaforme che siano autorizzate e regolamentate dalla CONSOB o da altra autorità di controllo europea, con sede nell’Unione Europea e soprattutto con un’interfaccia in lingua italiana. Perché non è consigliabile operare con piattaforme in lingua inglese? In fondo è possibile, a patto però di conoscere benissimo la lingua britannica. Se sei in grado di parlare al telefono in inglese alla perfezione, allora non ci sono problemi. Ma ormai tutte le migliori piattaforme europee hanno anche la versione italiana. E quindi che senso ha operare con versione straniera?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*