Come scegliere un broker di opzioni binarie

Sempre più persone sono affascinate dalle opportunità offerte dal trading online, le opzioni binarie rappresentano un’enorme innovazione, conveniente soprattutto sotto il punto di vista economico.

Il trading di opzioni binarie sta rapidamente prendendo piede nella comunità online grazie alla sua semplicità di utilizzo.

Ma per effettuare operazioni con le opzioni binarie è necessario scegliere un broker di opzioni binarie che faccia al caso nostro.

Il broker di opzioni binarie non è nient’altro che la società che ti darà gli strumenti necessari, quali:

  • Piattaforma di trading online;
  • Quotazioni per operare ed investire;
  • News sui movimenti di mercato;
  • Licenza europea;
  • Consulenza e supporto tecnico.

La piattaforma di trading rimane lo strumento principale per un trader, essa deve essere veloce e facile da utilizzare, presentare grafici consultabili e consentire sempre di controllare i propri investimenti, dando la possibilità di cogliere al volo le varie opportunità di trading.

Non tutti i broker però godono delle licenze necessarie, e quindi operano illegalmente. La nostra scelta, dunque, dovrà ricadere su un broker dotato di licenza Cysec, che in Europa rimane la più blasonata e sicura.

Il servizio di assistenza è un altro strumento che fa la differenza e distingue un buon broker da uno mediocre. Un servizio di assistenza professionale e competente ci dà la certezza che nel caso riscontrassimo un problema, non saremo lasciati in balia di noi stessi, ma anzi, avremo sempre il supporto necessario per trovare la soluzione al problema.

Spesso i termini e le condizioni d’uso sono i punti che vengono sottovalutati di più, al momento dell’iscrizione si fa attenzione a tanti criteri, ma questi vengono quasi sempre sottovalutati, ed è un errore che potrebbe costarci caro. Le clausole a cui dovremo fare più attenzione sono:

  • Condizioni di prelievo;
  • Condizioni riscatto bonus;
  • Commissioni aggiuntive.

Parliamo adesso di uno dei punti focali nella scelta del broker: I bonus di benvenuto.

Alcuni broker offrono bonus sul primo deposito, i quali possono essere utilizzati per operare ma che prima di essere prelevati devono essere sbloccati. In quasi tutte le piattaforme, prima di essere liberi di prelevare i nostri guadagni, la somma di bonus ricevuta deve essere investita un certo numero di volte. E’ bene quindi fare attenzione, dobbiamo sempre essere sicuri di riuscire a portare a termine il numero di movimenti richiesto dal broker per riscattare il bonus, altrimenti potremo subire decurtazioni direttamente sul nostro conto.

Altro limite da tenere in considerazione è l’investimento massimo per singola operazione. I limiti del broker sono quasi sempre elevati e quindi non dovrebbero esserci problemi al riguardo.

Ultimo ma non meno importante, è il servizio deposito/prelievo. Preoccupiamoci sempre di scegliere broker che hanno la reputazione di offrire un servizio di prelievo rapido e senza costi aggiuntivi.

E’ sempre bene, in qualsiasi caso, effettuare transazioni solo quando si è sicuri, testare i meccanismi di deposito e prelievo con cifre iniziali non eccessive, al fine di rendere certi in seguito gli altri movimenti e cercare di aprire, almeno all’inizio, un conto demo nel quale poter provare le nostre strategie.

In fondo un trader attento è sempre un trader felice.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*