Garcinia Cambogia: chi è il Dottor Oz?

Il grande impatto mediatico generato dalla sostanza dimagrante derivante dalla pianta tropicale della Garcinia Cambogia è stato merito soprattutto del Dottor Oz. Ma chi è questo personaggio? Mehmet Cengiz Öz è un medico statunitense che da qualche anno si è dato al piccolo schermo, realizzando una seguitissima trasmissione televisiva che parla di obesità. Chi conosce il suo programma, saprà che il Dottor Oz dispensa consigli di ogni genere per aumentare il metabolismo dell’organismo e favorire la perdita di peso. Tra questi consigli, proprio l’estratto della pianta tropicale, definito da lui stesso come il Santo Graal per chi vuole dimagrire.

Garcinia Cambogia: dove acquistarla?

A seguito del lancio in diretta televisiva del prodotto tratto dalla pianta tropicale tipica del Sud-Est asiatico, moltissime persone ne hanno iniziato a fare richiesta, sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. Ovviamente, i consigli del Dottor Oz si sono diffusi anche in Italia, dove però il prodotto non è acquistabile se non tramite il web. A tal proposito, forse è bene aprire una parentesi di “guida all’acquisto” del prodotto. Come per ogni altro settore, anche per la vendita di estratti naturali il web può proporre prodotti affidabili e altri che si rivelano una truffa. Chi opta per l’acquisto su internet, quindi, deve fare molta attenzione alla scelta del sito dal quale intende rifornirsi. Non essendo stata messa in commercio in Italia nella sua costituzione naturale, la Garcinia Cambogia può però essere trovata tra gli scaffali sotto forma di capsule o simili, magari come principio base di altri integratori. In questo caso, è sempre bene chiedere al venditore maggiori dettagli sul prodotto.

E se il problema del sovrappeso fosse la tiroide?

Tra le numerose cause dell’obesità, ma anche del semplice sovrappeso, una delle più diffuse è senz’altro il malfunzionamento della tiroide. Teoricamente, essendo la funzione principale della Garcinia Cambogia quella di ridurre l’appetito stimolando un senso di sazietà, non dovrebbero esserci interferenze tra l’assunzione della sostanza e il problema fisiologico. Tuttavia, in un contesto di salute dove la tiroide non fa il suo dovere, le proprietà dell’estratto della pianta tropicale potrebbero non avere alcun effetto. Ad ogni modo, in presenza di patologie di qualsiasi natura, prima di fare utilizzo giornaliero di qualsiasi integratore, anche se naturale, è sempre indicato consultare il proprio medico di fiducia. Nel caso specifico della tiroide, le sostanze da evitare sono soprattutto il Thè verde e il Capsicum.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*