Agevolazioni dello Stato per le ristrutturazioni

Da alcuni anni lo Stato Italiano garantisce la possibilità ad ogni cittadino di godere di alcune agevolazioni fiscali, da applicare alle spese sostenute per migliorare la propria abitazione, tramite una vera e propria ristrutturazione dell’intero stabile, o anche per il miglioramento delle prestazioni energetiche.

Quali agevolazioni


Si possono ottenere agevolazioni per qualsiasi tipo di ristrutturazione, che ammontano al 50% della cifra spesa, fino ad un massimo di 96.000 euro. Si possono sfruttare anche delle agevolazioni per gli elettrodomestici, a patto che siano di classe energetica elevata, A+, e che debbano essere utilizzati per abitazioni in fase di ristrutturazione. Per quanto riguarda questi beni la spesa massima detraibile è pari a 10.000 euro. Lo Stato ha previsto anche delle detrazioni per chi desidera migliorare le prestazioni energetiche della sua abitazione; rientrano in questo tipo di lavori la sostituzione degli infissi, dell’impianto di riscaldamento, della caldaia. In questi casi la detrazione è apri al 65% della spesa sostenuta. Le stesse condizioni sono valide per gli interventi di adeguamento antisismico. Maggiori informazioni si possono trovare sul sito https://geometra24.it/.

ristrutturazione-bonus

Come funzionano le detrazioni


Le detrazioni si richiedono non appena si sono saldati i lavori effettuati e saranno devolute a partire dall’anno successivo alla richiesta. La cifra restituita sarà detratta dalla quota IRPEF, o IRES del contribuente, in 10 rate annuali. Non esiste la possibilità di ricevere un contributo economico sotto forma di contanti, ma solo come detrazione fiscale; se il contribuente paga una cifra di contributi inferiore alle agevolazioni che deve ricevere, non potrà ottenere un rimborso per la cifra eccedente.

Documentazioni


Per poter godere delle detrazioni fiscali è importante avere la documentazione che riguarda i lavori svolti. Oltre ai preventivi di spesa si devono conservare le ricevute dei pagamenti, che devono avvenire tramite bonifico bancario o postale. Inoltre i lavori devono essere certificati da parte di un professionista, che ne dichiari l’attinenza alle norme vigenti. Nel caso di lavori svolti per migliorare le prestazioni energetiche di un’abitazione è importante possedere anche la certificazione energetica per la struttura in questione.

Le motivazioni delle detrazioni


Le detrazioni fiscali garantite dallo Stato italiano sono state pensate per migliorare lo stato di conservazioni delle strutture abitative presenti sul territorio. Tali agevolazioni sono quindi pensate per invogliare i cittadini a ristrutturare la propria casa. In particolare, per quanto riguarda il miglioramento delle prestazioni energetiche o l’acquisto di elettrodomestici a ridotto consumo di tratta anche di diminuire l’inquinamento ambientale.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*